Sei qui: Home > Oggettistica > 6 e 7 settembre 1908 - Circuito di Bologna

6 e 7 settembre 1908 - Circuito di Bologna

1908

6 e 7 settembre 1908 - Circuito di Bologna

La 'modernità' irrompe sulle strade sollevando un 'polverone' attorno ai pali telegrafici, trasmettitori del 'messaggio': "6 e 7 settembre 1908 - Circuito di Bologna", trionfo sportivo dell'automobile, nell'anno del giro del mondo vero e proprio nella corsa New York-Parigi.
Augusto Majani, detto Nasìca, è l'autore del manifesto su commessa del giornale di Bologna, 'Il Resto del Carlino', un tempo 'La Patria'.
Meglio non poteva sintetizzare il concetto di 'velocità' nei due aspetti, comunicativo (il telegrafo) e di conquista territoriale (divorare chilometri sulle quattro ruote). Così come Marcello Dudovich, Augusto Majani fu protagonista di quel momento storico e artistico -il Liberty- nella cosidetta Belle Epoque.
Non a caso Vincenzo jr. Florio, consapevole che la 'rapidità' avrebbe da allora connotato il pensiero e l'azione, con la nascita del moderno mito dell'automobile, della velocità e del progresso, si fece editore nel 1906, anno I, n.1, di una rivista, "Rapiditas", i cui testi erano tradotti in francese, inglese e tedesco, proprio per sottolinerare il carattere cosmopolita. Fino al 1930 ne vennero pubblicati 9 numeri unici.
Fin dall'inizio vi collaborarono i migliori grafici e illustratori dell'epoca: Aleardi Terzi, Marcello Dudovich ed in modo particolare Duilio Cambellotti, autore dei trofei in bronzo, in sostituzione della targa disegnata e prodotta in oro dal parigino Lalique.
Si deve a Cambellotti il logo della rivista: due braccia strette intorno ad un volante e la scritta 'Rapiditas'.

« precedente  |     |   seguente »
Sei qui: Home > Oggettistica > 6 e 7 settembre 1908 - Circuito di Bologna

CONI Point di Bologna, Via Barberia 24, Bologna, tel. 051580542 fax: 051580463 e-mail: bologna@coni.it

Web Master G. Bonazzi | Powered by CMSimple | Accedi